Panettone: prova x Natale

Ricetta dal sito Paneangeli; molto molto buono anche come sapore… aumenterei leggermente solo la q.tà di zucchero. Per infornare ho usato due stampi x panettone da 6 cm di diametro e non uno da 18 cm (non riesco a trovarlo) come da ricetta. Comunque in generale questa prima prova è andata molto bene, sono molto soddisfatta del risultato. Vorrei provare quello delle Simili ma richiede troppi giorni… 

Ingredienti:

  • 650 g farina (500 gr “00” e 150 gr Manitoba)
  • 2 buste di Lievito di birra Mastro Fornaio
  • 150 g zucchero
  • 2 buste di Vanillina 
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 5 tuorli d’uovo
  • 200 g burro liquefatto
  • 200 ml latte tiepido (37-40°C)
  • 250 g uvetta (se si preferiscono anche i canditi, la quantità deve essere 200 gr uvetta, 140 gr canditi)

Setacciare la farina in una terrina larga e mescolarvi il lievito Mastro Fornaio. Al centro del mucchio praticare una buca e versarvi zucchero, vanillina, scorza di limone, sale, tuorli e il burro liquefatto tiepido. Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo poco per volta il latte tiepido.

Lavorare l’impasto sul piano del tavolo infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido. Rimettere l’impasto nella terrina infarinata, coprirlo con un canovaccio umido e porlo a lievitare in luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa).

Rilavorare l’impasto ben lievitato, incorporandovi uvetta lavata ed asciugata, i canditi, quindi metterlo in uno stampo a sponde alte o in una pentola (diametro 18 cm) imburrati ed infarinati.

Porre a lievitare una seconda volta in luogo tiepido per 60 minuti.

Cuocere per 70 minuti circa nella parte inferiore del forno preriscaldato (elettrico e a gas: 180-200°C; ventilato: 170-190°C). Dopo 15 minuti di cottura coprire la superficie del panettone con un foglio d’alluminio, in modo che non si bruci in superficie.

Se si divide l’impasto in 2 stampi lasciare cuocere meno di 70 min. comunque fare la prova stecchino.

Dopo sfornato ho messo a raffreddare il panettone a testa in giù (vedi foto) infilzato verso la base con 2 ferri da maglia (l’ho visto in diversi siti). 

1948857131.JPG

1895453873.JPG

 

 

 

 

 

928656993.JPG

1025865567.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2055540111.JPG
Panettone: prova x Nataleultima modifica: 2008-10-21T08:48:00+02:00da tortadirose
Reposta per primo quest’articolo

37 pensieri su “Panettone: prova x Natale

  1. Ma veramente hai fatto il panettone?? Anche noi quest’anno abbiamo deciso di provarlo!!
    Possiamo chiederti alcune cose? Dove hai trovato lo stampo per la forma??? Pensavamo che il procedimento richiedesse molto più tempo di lievitazione ed invece…
    Per la ricetta hai detto di aver seguito quella della panenageli e pio di aver guardato altri siti..possiamo chiederti quali??
    Alla fine com’era??? Più buono, meno buono o molto simile a quello che acquisti??
    Scusa per la tempesta di domande…e comprendici!!
    Bacioni

  2. Ciao,
    ma cos’è siamo telepatiche? sai a cosa stavo pensando ieri sera? Se quest’anno avrei potuto sfornarlo io il panettone per le feste di natale, magari approfittando della Macchina Del Pane…
    bhe a questo punto approfitto della tua prova
    baci, e abbracci Manu
    P.s. bella la nuova grafica.

  3. @ Benvenute Manu e Silvia, ora rispondo alle vostre domande:
    – lo stampo l’ho trovato in un negozietto dove vendono tutte cose di carta e comunque art. x pasticceria… oggi ho fatto un giro su internet e ho visto che si possono comprare online di varie dimensioni (sono un pochino cari comunque); x il procedimento x esempio quello delle Simili ci vogliono circa 3 giorni x farlo (magari è più buono) io purtroppo non ho tanto tempo da poterci dedicare e quindi ho provato questo della Paneangeli… altri siti-blog non mi sono segnata i nomi comunque potresti controllare su cookaround. A noi è piaciuto molto, anche a mia madre che è sempre abbastanza criticona. Qui stai tranquilla che non ci sono conservanti… se posso darvi un consiglio fatelo lievitare bene anche più di un ora e mezza, anche 2-3 ore x la prima lievitazione e poi lo stesso x la seconda che ci vorrà più di un ora, praticamente dopo che lo metti nello stampo, l’impasto lo deve superare (circa 2 dita) e poi inforni. Credo di avere risposto a tutto, comunque se avete altre domande sono a disposizione.
    Baci Sara

  4. Io ho qualche difficoltà a far lievitare la pasta.
    ho provato anche la torta di rose secondo la tua ricetta, ma la pasta non è lievitata, è rimasta tale quale. che sia colpa del lievito? ci sono trucchi speciali adesso che comincia il freddo e la pasta lievita meglio al calduccio?
    grazie…
    dida

  5. @ Ciao Dida, che lievito usi? quello mastro fornaio o a cubetti? comunque il risultato dovrebbe essere uguale; la prox volta prova a mettere l’impasto nel forno tiepido, io faccio così se c’è molto freddo, e ogni 20 min. circa lo accendo x qualche secondo x non far scendere troppo la temperatura. Prova così… fammi sapere
    Un bacio

    @ Ciao Francesco anche a me piace molto il panettone, però senza canditi…
    Ciao ciao

  6. Segnaliamo anche la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro che si terrà a Reggio Calabria dal

    28 al 30 novembre 2008 col contributo del comune di Reggio Calabria presso l’area expo CEDIR.
    Grandi produttori ed artigiani avranno la possibilità di confrontarsi e creare sinergie per

    innalzare ulteriormente il livello qualitativo dei prodotti.
    L’ingresso è gratuito e saranno previste degustazioni dei prodotti di ciascuna ditta.
    Il tutto all’insegna del Natale, la festività più importante dell’anno.

    Per info: http://www.panettonepandoro.it

  7. La parola backing, in cucina, è sinonimo di lievito in generale.
    Una bustina di Lievito Vivo (tradizionalmente chiamato lievito di birra)
    si trova anche in farmacia dove è venduto in pillole integrative che comunque è la stessa cosa.
    I) recensione :La singola bustina da 16 grammi
    II) recensione : La mia pesa 10 g lievito
    Se non si trova in bustina ( no! bustona da 1 Kg) si va in farmacia si comperano le pillole, si schiacciano e se ne ricava il peso necessario in polvere !

  8. @ Ciao Deborah, ti consiglio di metterne circa 20 gr in più, quindi 170 in tutto… grazie tante ciao

    @ Ciao Patrizia, grazie innanzitutto x avere provato la ricetta! la prossima volta dovresti lavorarlo un po’ più a lungo e farlo lievitare bene. Tieni presente che anche se nella ricetta c’è scritto 1 ora di lievitazione, questa non possa bastare, quindi l’impasto fallo sempre raddoppiare e se non ce la fa a temperatura ambiente xchè c’è freddo, mettilo nel forno tiepido e circa ogni 20 min. lo accendo x qualche secondo x non far scendere troppo la temperatura. Fammi sapere… sprero di esserti stata utile… ciao

  9. Cara Sara, grazie per avermi risposto così velocemente. Volevo dirti che per quanto riguarda la lievitazione è durata circa 4h la prima e altrettanto la seconda (quindi non credo che sia stata quella). Anche perchè quando l’ho sfornato era bello alto come un panettone normale, solo che dopo averlo fatto raffreddare prendendolo in mano era molto pesante. E quando l’ho tagliato a metà, c’era un grosso buco al centro (il sapore era molto buono). Quindi secondo te potrebbe essere un problema di lavorazione, proverò a lavorarlo più a lungo (sigh!!!). Grazie e buon lavoro anche a te, ciao Patty

  10. Ciao Patrizia, dopo che l’hai sfornato, l’hai messo a testa in giù a raffreddare? che sia questo? xchè se non l’hai capovolto magari con l’umidità che è rimasta all’interno ha fatto formare il buco…. ciao e buona giornata

  11. ebbene si! Ci ho riprovato con la 1^ ricetta. L’ho lavorata un pochino di più e l’ho tenuta di più nel forno (a temperatura bassa dopo per farlo asciugare dentro). Il panettone è venuto bello alto. Non è molto dolce proverei ad aumentare di 20gr lo zucchero. L’alveolatura non è grandissima, magari la prossima volta lo faccio lievitare 4h invece di 3.
    Ho provato anche la 2^ ricetta, ma stenta di più a lievitarmi, rispetto alla 1^, forse perchè è pochino più dolce. Infatti mi è venuta una “bella pagnottina casareccia dolce”!!!! Comunque appena posso riproverò.Salutoni a tutti, in particolare a Sara.

  12. ciao sara,
    incredibile! oggi sono a casa con una fastidiosa influenza così ho pensato di fare il panettone. è la prima volta quindi… mi aspetto di tutto! questa sera sarà pronto e posterò le foto (se ne vale la pena).
    la mia ricetta è simile alla tua, con qualche differenza, ma la sostanza non cambia. anch’io come una delle tue lettrici ho qualche difficoltà a far lievitare gli impasti, mi sa che devo fare ancora molta pratica. nel frattempo ti saluto, a stasera!
    ah, dimenticavo… il tuo panettone è da vetrina! che invidia, baci
    CookingMama

  13. Ciao Cinzia, la farina manitoba è utilizzata soprattutto x questi impasti, non dovresti avere difficoltà a trovarla, ormai la venduto in tutti i supermercati. Se non dovessi trovarla prova con la farina (non la fecola) ma non ti garantisco il risultato. Ciao a presto e fammi sapere…

  14. la farina manitoba è una farina che contiene una quantità di glutine superiore a quello contenuto nella farina oo. viene utilizzata in pasticceria per dolci che hanno bisogno di una particolare lievitazione. non va assolutamente sostituita con fecola di patate o maizena che sono naturalmente prive di glutine perchè otterremmo l’effetto opposto. piuttosto usare solo farina oo. in commercio si trovano delle farine pubblicizzate come “magiche” che sono a base di manitoba ed in genere sono anche autolievitanti. Spero di esservi stata di aiuto. saluti ale

  15. Buon anno, Ciao Sara. Come sono andate le feste? E le tavolate? (….. mamma mia, quanto si mangia!!!! troppo!!!). Cerchiamo di tornare alla quotidianità, anche se appesantiti!!
    Stavo pensando, cara Sara (per il ns hobby preferito!!) che dici di documentarci per tempo … su esperimenti su colombe e pizze di pasqua dolci (tipo umbra o ternana, quella a fungo per capirci, lievitata)?
    Salutoni e buona giornata.

Lascia un commento